Gomorra

Gomorra

Febbraio 2, 2019 0 Di ilmuretto

Gomorra è una serie televisiva italiana di genere criminale, apparsa per la prima volta nel 2014 su Sky Italia. La serie racconta le gesta di camorristi, spacciatori di droga, che agiscono nella periferia di Napoli.

Trama

Il clan dei Savastano, sotto il comando di Pietro, un boss temuto e rispettato da tutti, è uno dei più potenti e influenti della zona. Al fianco di Pietro ci sono molti uomini fidati, tra cui Ciro Di Marzio, “L’immortale”, braccio destro del boss. È a lui che il boss fa affidamento nel caso in cui dovesse succedergli qualcosa. Il figlio di Pietro, Genny, non è pronto per prendere il controllo dell’enorme impero di famiglia, e sarà compito di Ciro guidarlo nella giusta direzione. Ma il clan rivale dei Conte mette in moto una serie di eventi che portano Pietro in carcere; il controllo del clan passa nelle mani di Imma, moglie di Pietro, diffidente nei confronti di Ciro e di Genny. Dopo un lungo periodo in Honduras Genny torna a Napoli, pronto per prendersi ciò che gli spetta. Ma nell’ombra qualcuno sta tramando per prendere il potere e far ricominciare la guerra con i Conte.

Recensione:

La serie non è molto leggera, a volte le scene sono molto cruenti anche più di quello che ci possiamo aspettare normalmente. Si vede sangue in ogni puntata e c’è violenza gratuita per ogni cagata. Non ci si può lamentare, visto che questa serie racconta la realtà. Secondo me però non è una serie che possono vedere tutti appunto perchè non è affatto leggera. Se siete molto suscettibili, quindi, lasciate perdere perchè non fa per voi. Non è come guardare un film d’azione con qualche scazzottata e qualche scontro a fuoco. È molto ma molto più violento.

Se qualcuno si aspetta una serie TV che racconta le cose scritte nel libro di Saviano può dimenticarsi le sue aspettative. Anzi secondo me non bisogna avere alcuna aspettativa sulla serie. Va vista così, senza pregiudizi o commenti per sentito dire. Se qualcuno ha visto qualche film di Sollima sa a cosa va incontro. E secondo me la forza di questo regista è proprio questa. Riesce a raccontare la realtà nella tv senza alcuna alterazione o esagerazione.